Copyright © Hellas Live di Alberto Fabbri

Ilic: “Verona è la piazza ideale per crescere. Sogno di andare al Mondiale. Stojkovic una stella per noi serbi, Ronaldinho il più grande di tutti”

“Verona è la piazza ideale per crescere. E posso migliorare ancora. Segnare di plü? Per me, non è importante. Il focus per me è giocare sempre meglio, gol e assist verranno di conseguenza. Il Verona mi ha dato la possibilità di giocare con frequenza e aiutato a ricevere la prima convocazione nella nazionale maggiore. Il Mondiale è l'oblettivo, il sogno. Per arrivarci devo finire bene la staglone e partire meglio nella prossima. Magari segnando ancora all'Inter. II mio
mito? Ronaldinho. Da piccolo lo guardavo su YouTu be, cercavo di imitare le sue giocate. Lui inventava football. Il più grande di tutti. Stojkovic? L'anno scorso è venuto a vedermi in Verona-Torino. La sera ho cenato con lui e Lazovic. Che onore, un momento incredibile. E' stata una stella per noi serbi, ed è stato lui a chiamarmi per la prima volta in nazionale. Juric e Tudor? Hanno le loro idee, nella gestione del gruppo e nel calcio. Ma è vero che grazie a loro per me è stato più facile inserirmi. E' stato importantissimo anche Darko (Lazovic, ndr). Lo tempestavo di domande e con pazienza mi ha aiutato. lo lo chlamo nonno, davvero. Eh, ancora un anno e poi mi sa che smette. Ma prima spero di andare con lui in Qatar” ha dichiarato a La Gazzetta dello Sport, il centrocampista dell’Hellas Verona, Ivan Ilic.

Contenuto offerto da :




Commenta la notizia

Prima di commentare, dai un'occhiata al regolamento cliccando qui.